A CASA DI CHI VORRESTI TROVARTI? QUELLA DI TIMMY, TOMMY O JIMMY?

Se hai in mente di vendere la tua, scegli bene! E’ di VITALE importanza!

La conosci la fiaba dei tre porcellini vero?

Quelli nel titolo, sono proprio i nomi dei ‘tre piccoli fratellin’.screen tre porcellini

Timmy è quello che costruisce la casetta di paglia. Tommy quella di legno. E Jimmy è quello…
…sveglio.

Come sicuramente saprai, la morale della favola, è che bisogna essere previdenti e farsi trovare preparati per affrontare le difficoltà e gli imprevisti che ci si presentano inevitabili.

Senza approssimazione o superficialità.

Le fiabe sono destinate ai bambini.
Ma non è proprio così.

Le fiabe in realtà sono destinate molto di più agli adulti.

Ovvero, ci vengono raccontante quando siamo bambini, più e più volte. Allo scopo di inculcarci in modo semplice ma allo stesso tempo indelebile, dei punti fermi, delle risposte pratiche ai problemi che incontreremo nel corso di tutta la nostra vita.

Prendendo a prestito altre fiabe, se ti bussasse alla porta una vecchina con un naso aguzzo ed un viso non proprio dolce e rassicurante e ti offrisse amichevolmente una bella mela luccicante, la accetteresti così, a cuor leggero?

Se noti qualcuno comportarsi in modo strano e oscuro, cercando però di apparire rassicurante quando proprio non lo è, stai lì a guardarlo pacifico chiedendogli come mai ha le orecchie grandi o denti tanto aguzzi?

Se ti accorgi che chi hai difronte cerca di comprarsi la tua fiducia, con fare suadente ed eccessivamente zuccheroso, usando parole mielose, che promettono condizioni esageratamente vantaggiose e del tutto sproporzionate a ciò che sarebbe necessario, ingolosendoti come un bambino davanti ad una casetta di cioccolato, il tuo pensiero, corre subito alla inquietante immagine di Hansel e Gretel davanti al forno dopo essere stati messi all’ingrasso?

Ecco. Come dicevamo le fiabe non sono propriamente per i bambini.
O meglio, vengono loro raccontate ma sono fatte per tornare utili in futuro. Tra l’altro nel tempo sono state epurate e ripulite da tutti i dettagli cruenti, presenti originariamente.

sign-304093_640

Servono agli adulti perché ci mettono in guardia in modo rapido.

Una sorta di “bignami” del comportamento nelle situazioni di pericolo.

Sicuramente quando si è piccoli hanno un significato molto più vicino alle paure insite nei bambini ed all’importanza di seguire determinate regole e fare ciò che ci è stato insegnato dai nostri genitori.

Però quando cresciamo, prenderemo a prestito quell’informazione ormai assimilata, per difenderci da, pericoli, magari anche meno vitali come importanza, ma comunque, tanto subdoli ed insidiosi da rovinarci la giornata.

Perché, il meccanismo che attivano le fiabe, è che se ad un certo punto del tuo percorso ti capitasse di ritrovarti inaspettatamente da solo in un bosco, uno dei primi pensieri, se non proprio il primo, sarà quello di allerta.

Ovvero, quella sensazione di paura, di estrema attenzione, perché ti aspetti che da un momento all’altro, salterà fuori il lupo cattivo.

E se poi, effettivamente, fai lo sgradito incontro ed hai la fortuna di rimanere illeso, con molta probabilità, nel bosco, non ci metterai più piede!

Questo, anche se, fermandoti a ragionare a mente fredda, sai bene che nel bosco potresti incrociare anche un cerbiatto, degli scoiattoli, delle lepri, dei teneri ricci…

Però per te, nel bosco, ci sarà sempre e solo il pericoloso lupo cattivo.

Ora, se hai già avuto la sfortuna di avere a che fare con una certa tipologia di pseudo agenti immobiliari, che purtroppo popolano la fauna del mio settore, avrai sicuramente già incrociato parecchi lupi sulla tua strada…

E tu lo sai, il lupo cattivo in cerca dei porcellini un po’ spensierati, è sempre lì, dietro a quell’albero, pronto a balzare rapidamente addosso ai malcapitati di turno. NON PUOI dimenticarlo!

Bene. Anzi, mica tanto bene…

Dicevo, a te che purtroppo hai già incontrato il lupo, ci arrivo tra poco.

gesture-422566_640

Invece, per te che non lo hai ancora visto, ti do DUE  preziosissimi consigli, utili a riconoscerlo e tenerlo alla larga.

Segnatelo bene!

Il lupo, nel “bosco dell’immobiliare”, si riconosce per DUE caratteristiche peculiari:

  1. ti chiederà di firmare un contratto irrevocabile                                                                                                                            
  2. cercherà di ottenere un contratto a lungo termine (leggi oltre i tre mesi, che spesso sono già molti in sé);

Quindi, se hai deciso di vendere la tua casa e ti è capitato di entrare in contatto, con questo pericoloso predatore: comincia a correre! Scappa! Metti quanto più terreno possibile, tra te ed Ezechiele!

E precipitati letteralmente alla casa in mattoni!

Passa davanti alla casa di paglia di Timmy e non fermarti. Corri!

Sfreccia anche davanti a quella di legno! E magari urla a Tommy di scappare con te!

Raggiungi la casa più sicura.

Quella in mattoni.

Stai sul sentiero e segui le indicazioni.

Entra!

Io, che sono previdente, ti ho preparato una calda ed invitante tazza di tè, qui da Jimmy.

So che senti già l’aroma che si diffonde appena apro la porta!

Se preferisci, potrai gustarla tenendola calda tra le tue mani mentre siedi qui, sul balcone, guardando in basso il divertente spettacolo del lupo, che si sfiancherà a soffiare senza alcun successo.

Cosa fai?

Ti aspetto?

Fammi sapere che stai arrivando!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...